Gaetano Crivaro | Gli artisti di Young at Art 2015

Gaetano Crivaro, Stretto orizzonte (still frame from video)

Gaetano Crivaro, Stretto orizzonte (still frame from video)

Gaetano Crivaro nasce a Crotone nel 1983. Dopo aver conseguito il Diploma in Grafica Pubblicitaria a Crotone, si trasferisce a Roma, dove si laurea nel 2010 in Editoria Comunicazione Multimediale e Giornalismo con una tesi dal titolo D-Cinema. Il Documentario Digitale. Nel 2009 realizza insieme a Mario Romanazzi un fortunato documentario dal titolo I LOVE BENIDORM che riceve numerosi riconoscimenti in vari festival internazionali.

Il Ponte – Paesaggi Stenopeici from lambulante on Vimeo.

I video di Gaetano Crivaro presenti in mostra raccontano della necessità e dell’inevitabilità di immergersi nelle contraddizioni del proprio tempo, prendendo la propria terra di origine e trasformandola in un archetipo violento e desolato; un luogo in cui il disincanto si trasforma in un animo tradito e in desiderio di fuga.

Annunci

Young at Art 2015. Over/Under – Aperte le iscrizioni alla quarta edizione del concorso

Giuseppe Lo Schiavo, I Stay Here (Young at Art 2012)

Giuseppe Lo Schiavo, I Stay Here (Young at Art 2012)

Per il quarto anno consecutivo, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) e l’associazione culturale Oesum Led Icima, che ne cura le attività, indicono il concorso Young at Art, preliminare alla realizzazione dell’omonimo progetto espositivo itinerante suddiviso in tre mostre, attraverso il quale, l’istituzione museale intende promuovere la dinamica scena artistica calabrese.

Nelle prime tre annualità, Young at Art ha promosso l’attività di 27 giovani artisti nati in Calabria, che hanno partecipato alla realizzazione di 13 mostre dislocate sul territorio regionale e nazionale, realizzando il fine stesso del progetto, che è quello di fare in modo che i talenti calabresi vengano conosciuti da un pubblico il più vasto possibile, trasformando il museo da istituzione statica in promotore attivo dei prodotti artistici del territorio.

Mirella Nania, Vita Nova, (Young at Art 2013)

Mirella Nania, Vita Nova, (Young at Art 2013)

Anche quest’anno, il concorso preliminare è indirizzato agli artisti nati in Calabria, ma, a differenza delle edizioni precedenti, si arricchisce di una nuova sezione. Alla abituale sezione dedicata agli Under 35, dalla quale verranno scelti 6 artisti, viene affiancata una sezione Over 35, da cui ne verranno selezionati 2, per un totale di 8 artisti nati in Calabria che prenderanno parte all’edizione 2015 del progetto espositivo itinerante Young at Art, nell’intento di ampliare e variegare ulteriormente la sua proposta artistica, rinnovando la scommessa a favore della scena contemporanea regionale, con la convinzione che l’espressione creativa non sia un linguaggio che si deteriora con l’età.

  • Alla sezione 1 – Under 35 possono partecipare tutti gli artisti nati in Calabria non prima dello 01/01/1980.
  • Alla sezione 2 – Over 35 posso prendere parte tutti gli artisti nati in Calabria prima dello 01/01/1980.
  • Entrambe le sezioni non hanno limitazioni legate al tema delle opere presentate.
  • Ad entrambe le sezioni possono partecipare gli artisti che si esprimono attraverso le seguenti forme espressive: pittura, grafica, illustrazione, disegno, street art, scultura e installazione, arte fotografica, video arte, performance e arte virtuale.

Per partecipare a entrambe le sezioni, è necessario leggere attentamente il bando disponibile sul sito www.youngatart2015.com, e inviare via e-mail a info@youngatart2015.com: 5 immagini di opere (o 3 video), con le rispettive didascalie (titolo, tecnica, anno di realizzazione e dimensioni dell’opera), un curriculum artistico in cui siano indicati data e luogo di nascita, entro e non oltre la mezzanotte di domenica 8 marzo 2015.

Cristina Comi, Spazialità Empiriche-Il Pegno (Young at Art 2014)

Cristina Comi, Spazialità Empiriche-Il Pegno (Young at Art 2014)

I vincitori delle due sezioni (6 per la sezione 1 – Under 35, e 2 per la sezione 2 – Over 35) verranno annunciati mercoledì 11 marzo 2015 sul sito www.youngatart2015.com, sul sito www.museomaca.it, e via e-mail agli stessi vincitori.

MACA (Museo Arte Contemporanea Acri)

Piazza Falcone 1, 87041, Acri (Cs)

www.museomaca.itwww.youngatart2015.com

info@museomaca.itinfo@youngatart2015.com

t. 011 9422568

Rocco Mortelliti – gli artisti di Young at Art 2014

Rocco Mortelliti, Hungry Dog, still from video

Rocco Mortelliti, Hungry Dog, still from video

Rocco Mortelliti nasce nel 1984, a Scilla. Nel 2003 consegue il diploma presso il Liceo Artistico Mattia Preti di Reggio Calabria, indirizzo Architettura. Nel 2009 consegue il diploma di laurea presso l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith – Scuola di Cinema di Roma, indirizzo Montaggio. L’anno successivo termina il suo percorso di studi presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, con una tesi sulla storia del videoclip musicale.

Rocco Mortelliti, Spy On, still from video

Rocco Mortelliti, Spy On, still from video

Le sue opere sono brevi e minimali racconti ad immagini delle ansie e delle difficoltà della vita contemporanea. Attraverso due video dal forte impatto emotivo, in cui lo spettatore è chiamato a immedesimarsi in inaspettati punti di vista – un cane affamato in posizione di punta davanti a un negozio di alimentari e un voyeur ossessionato che fa di una singola donna il suo punto focale nel mezzo di una folla di persone –, Mortelliti evidenzia le conseguenze sociali della crisi dell’epoca consumistica.

Nel 2012 partecipa al concorso V.A.M Video Arte Mediterraneo, dove vince il terzo premio. Lo stesso anno, una sua opera viene proiettata presso La Fabbrica del Vapore di Milano, e prende parte alla rassegna I ragazzi terribili alla Casa delle Letterature di Roma, a cura di Cecilia Casorati. Nel 2014, prende parte al progetto online nel progetto 2video, sul sito undo.net, a cura di Giovanni Viceconte.

Back in time. {movimentomilc} – Young at Art 2012

{movimentomilc}, Quello che non vedo è quello che sono

{movimentomilc}, Quello che non vedo è quello che sono

Michele Tarzia e Vincenzio Vecchio, di {movimentomilc}, sono due dei sette artisti che hanno preso parte alla prima edizione del progetto Young at Art del MACA, tenutasi nel 2012.

Nascita di un maiale elettronico from {movimentomilc} on Vimeo.

{movimentomilc} è un duo di artisti visivi che lavora in stretta relazione tra immagini in movimento e installazioni. Usa il linguaggio del cinema come mezzo di sperimentazione verbale, in continua indagine sulle forme di espressione artistica, si addentra negli archivi storici come in quelli della mente per scoprire dinamiche nascoste che la parola o un suono rinnovano alla luce del movimento.

www.movimentomilc.it

Young at Art @ PIX / Paratissima 9

Mirella Nania, Vita Nova, 2012

Mirella Nania, Vita Nova, 2012

A partire da mercoledì 6 novembre 2013, i 12 giovani talenti del progetto Young at Art del MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), esporranno le loro opere a Torino,  all’interno degli spazi del MOI (Ex Villaggio Olimpico), nell’ambito della manifestazione Paratissima.

Anna Capolupo, Berlin Spring 2011

Anna Capolupo, Berlin Spring 2011

Young at Art, giunto quest’anno alla seconda edizione, è un progetto espositivo itinerante, realizzato e promosso dal MACA di Acri (Cs) in collaborazione con le associazioni Oesum Led Icima e l’omonima Young at Art, attraverso cui, le tre istituzioni culturali intendono promuovere sul territorio nazionale il lavoro di un gruppo di artisti Under 35 nati in Calabria, dando loro la possibilità di essere visti e conosciuti da un pubblico numeroso. L’idea che sta alla base del progetto Young at Art è quella di trasformare il museo da spazio statico in promotore attivo delle realtà artistiche e culturali del proprio territorio. Per questo motivo, dopo una prima mostra tenutasi al MACA, tra l’aprile e il maggio scorsi, le opere dei 12 artisti sono state successivamente esposte all’interno della VII edizione della Biennale d’arte contemporanea Magna Grecia, nel mese di agosto, fianco a fianco con quelle di un gruppo di nomi illustri del panorama artistico italiano e internazionale della seconda metà del Novecento (tra gli altri: Arman, Mario Merz, Mimmo Paladino e Michelangelo Pistoletto).

Salvatore Colloridi, Pescatori

Salvatore Colloridi, Pescatori

Come nel 2012, l’ultima tappa del progetto si svolge a Torino, in concomitanza del lungo fine settimana della fiera d’arte contemporanea Artissima, durante la quale il capoluogo piemontese si trasforma a tutti gli effetti nella capitale mondiale dell’arte contemporanea. La collaborazione con la manifestazione Paratissima, l’evento off più importante e visitato di Artissima, dà la possibilità agli artisti di incontrare, in soli cinque giorni, un pubblico stimato intorno alle 100.000 unità.

Giuseppe Guerrisi, Senza titolo

Giuseppe Guerrisi, Senza titolo

Il numero degli artisti selezionati per l’edizione 2013 del progetto, a cura di Massimo Garofalo e Andrea Rodi, è raddoppiato rispetto a quelli della prima annualità, a testimonianza dell’estrema vitalità della scena artistica calabrese e della varietà della sua offerta, capace di spaziare attraverso tutti i linguaggi e le forme espressive dell’arte contemporanea. Particolarmente ricca è, quest’anno, la sezione dedicata alla fotografia, che annovera gli artisti Domenico Mendicino, Gregorio Paone, Marco ColonnaSalvatore Colloridi e Salvatore Insana. Quest’ultimo è presente, con un’opera, anche nella sezione video, di cui fa parte anche l’artista Giusy Pirrotta. Sono tre, invece, i pittori che prendono parte a Young at ArtAnna CapolupoGiulio Manglaviti e Maurizio Cariati, enormemente distinti fra loro per stile, tecnica e tematiche affrontate nei rispettivi lavori. L’artista Mirella Nania testimonia della freschezza dell’approccio digitale applicato al mondo dell’arte. Non mancano poi gli approcci ibridi, come la pittura materica proposta da Giovanni Fava e la scultura fatta di materiali di recupero, naturali e artefatti, di Giuseppe Guerrisi.

Giulio Manglaviti, Egoismo rosso

Giulio Manglaviti, Egoismo rosso

La realizzazione della mostra torinese è supportata da una campagna di crowdfunding ancora attiva al seguente link: http://www.kapipal.com/young-at-art.

Giusy Pirrotta, Chroma (still)

Giusy Pirrotta, Chroma (still)

Young at Art @ PIX / Paratissima 9

Luogo: MOI (Ex Villaggio Olimpico) – Via Giordano Bruno 181, Torino

Vernissage: 6 novembre 2013, ore 20

Periodo: dal 6 al 10 novembre 2013

Orario mostra: mercoledì 18-24; giovedì/venerdì 15-24; Sabato 12-24; Domenica: 10-22

Info: t. 0119422568; c. 3477975704; info@museomaca.it; youngatart2013.com

Coppia di festival per Salvatore Insana

Salvatore Insana, fotografo e videoartista, uno dei 12 giovani talenti del progetto Young at Art, si appresta a partecipare ad altre due importanti manifestazioni.

Salvatore Insana, Space Time Lapse, Out of this time

Salvatore Insana, Space Time Lapse, Out of this time

Venerdì 31 maggio 2013, alle ore 19:00, la serie fotografica Space-Time Lapse si trasformerà in performance dal vivo nell’ambito del festival romano Occhi Rossi, presso il Forte Prenesitno.

Salvatore Insana, Davanti (still from video)

Salvatore Insana, Davanti (still from video)

Il video Davanti, invece, è stato selezionato per far parte del Festival Pontino del cortometraggio di Latina e verrà proiettato mercoledì 19 giugno 2013.

Entrambe le opere fanno parte del progetto Young at Art e sono in mostra al MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) fino a domenica 16 giugno 2013.

Gli artisti di Young at Art. Giusy Pirrotta

Giusy Pirrotta, Chroma (still)

Giusy Pirrotta, Chroma (still)

Giusy Pirrotta (Reggio Calabria, 1982) ha conseguito il Master Degree in Belle Arti presso il Central Saint Martin College of Art & Design di Londra, città in cui attualmente vive e lavora.

Chroma è uno studio sulla percezione del reale esperito attraverso il filtro della finzione filmica, capace di giustapposizioni visive e sonore che ricreano scenari inesistenti, ma perfettamente verosimili. Il film, spiega l’artista, studia l’ambiguità della messa in scena tra reale e cinematografico, tra quello che lo spettatore percepisce e come questo è modificato attraverso i mezzi di produzione e nello spazio di produzione e fruizione dell’opera.

Nel 2011, ha vinto il Red Mansion Art Prize della Red Mansion Foudation di Londra, partecipando successivamente alla mostra curata da Eliza Bonham Carter presso la Royal Academy of Art. Nel 2013, ha preso parte alle collettive Journey to the center of my mind, presso lo spazio Bunkhouse di Madrid e Le figlie di Eva, presso la Fama Art Gallery di Verona.

Per dare la possibilità a Giusy Pirrotta, e agli altri talenti del progetto Young at Art, di esporre a Torino, nell’ambito di Paratissima, di fronte a 100.000 visitatori, partecipate alla nostra campagna di crowdfunding: http://www.kapipal.com/young-at-art

Immagine2

http://www.giusypirrotta.com/