Incontro a Lamezia Terme per tre artisti di Young at Art

Anna Capolupo, Ordine, 2010

Anna Capolupo, Ordine, 2010

La pittrice Anna Capolupo, i fotografi Domenico Mendicino e Gregorio Paone. Sono i tre artisti lametini, tra i dodici giovani artisti partecipanti al progetto  Young at Art, che per la prima volta si ritroveranno insieme e incontreranno la città mercoledì 5 giugno, alle ore 18.30. Ad organizzare l’iniziativa, l’associazione culturale InOper@ .

Giunto alla seconda edizione, il progetto Young At Art, ideato dall’associazione culturale Oesum Led Icima in collaborazione con il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), ha voluto rinnovare la riflessione sull’arte come espressione di un territorio, puntando lo sguardo non solo su chi ha scelto di restare, ma anche sui giovani talenti migranti, con la convinzione che in un’opera d’arte siano sempre e comunque presenti la storia e le radici di chi l’ha realizzata.

Domenico Mendicino, Senza titolo 2012

Domenico Mendicino, Senza titolo 2012

Il concorso è finalizzato alla realizzazione di un’esposizione collettiva itinerante, a cura di Massimo Garofalo e Andrea Rodi, in cui vengono presentate e promosse le opere degli artisti partecipanti, che si sviluppa lungo l’intero arco dell’anno, attraverso quattro tappe, di cui: due al MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), la prima in primavera e la seconda in autunno; una a luglio, durante la Biennale d’Arte Contemporanea Magna Grecia di San Demetrio Corone (Cs); e l’ultima a Torino, nel mese di novembre, in concomitanza con la fiera d’arte contemporanea Artissima. Ad esse si affiancherà un’esposizione nel museo virtuale del sito www.mediocratitour.it, messo a disposizione da BCC Mediocrati.

Gregorio Paone, Pescatore

Gregorio Paone, Pescatore

L’evento del 5 giugno sarà un incontro/testimonianza nel quale i tre giovani artisti, oltre a parlare dell’esperienza del concorso che li ha visti distinguersi tra oltre 100 artisti under 35 da tutta la regione, ripercorreranno le tappe della loro carriera artistica, segnata dalla sfida comune di voler restare in Calabria investendo su se stessi e sul proprio talento.

“Dopo la presentazione del progetto Sud Altrove – dichiara la presidente dell’associazione culturale InOper@ Elena Ruperto – con questa iniziativa vogliamo proseguire in quel discorso nuovo sull’emigrazione delle nuove generazioni di Calabresi, un discorso nuovo perché supera i luoghi comuni, i sentimenti nostalgici, e propone la sfida del restare in Calabria come un investimento, su se stessi e sulla propria terra”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...